CATTIVE ABITUDINI TAVOLA?

Sono proprio le cattive abitudini a tavola e la sedentarietà che ci fanno ingrassare. Ed è su questi fattori che bisogna lavorare per perdere peso. Non si tratta però di ridurre drasticamente il cibo, saltare i pasti, eliminare i carboidrati, mangiare solo proteine.  Perdere peso è possibile con uno stile di vita sano ed equilibrato, non è difficile! Esempio una camminata di 30 minuti al giorno è una sana abitudine.  Per il resto è una questione di energia, vi spiego: gli alimenti che mangiamo sono il carburante del nostro corpo, come saprete l'energia fornita dal cibo si misura in calorie; 1g di carboidrati fornisce 4Kcal, e lo stesso vale per le proteine,mentre 1g di grassi fornisce 9 Kcal. Di conseguenza avendo troppa energia rispetto a quella che serve, il corpo non ha modo di utilizzarla e la accumula sotto forma di grasso.
Per evitare di rallentare il metabolismo e faticare a dimagrire occorre anche valutare l'azione dei cibi sul corpo. Per esempio la pasta in bianco alza la glicemia, facendo rallentare il metabolismo, soprattutto se nello stesso pasto non si consuma anche  un cibo proteico.Ma come costruire un menù adatto a voi?
attraverso un percorso personalizzato dove in prima battuta si vanno a ridurre gli accumuli di liquidi e del gonfiore addominale, e questo psicologicamente ci aiuta perchè vediamo una taglia scendere, risultato che rafforza la volontà. Successivamente si ha la tonificazione della muscolatura che prende il posto dell'adipe.
Il consiglio è  intraprendere il percorso seguiti dallo specialista che può misurare la massa adiposa e magra per vedere i cambiamenti della vostra composizione corporea e raggiungere l'obiettivo.